Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

pof

Un Piano dell’Offerta Formativa rivolto al Futuro
 
Il Liceo Classico Statale “Umberto I” di Palermo è un’Istituzione Scolastica che ha ben 225 anni di esistenza, una longevità che supera di 74 anni l’età dell’Unità d’Italia, essendo anche di un anno più vecchia della Rivoluzione Francese. Infatti già nel 1788 nel Convento di Sant’Anna di Palermo ritroviamo la cosiddetta Scuola Normale accessibile per la prima volta ai rampolli di famiglie senza blasone, gestita da Ecclesiastici: un’innovazione di rilievo rispetto all’istruzione tradizionale riservata agli aristocratici, un dato di grande modernità nel quadro europeo del tempo.
 
La Scuola Normale di Sant’Anna nel Novembre 1860 diventò il Ginnasio di Sant’Anna per volontà del prodittatore, il generale di ventura Giuseppe Garibaldi. Dal 1878 il nome venne mutato in Ginnasio Principe Umberto, dal 20 Giugno di quello stesso anno venne istituito per Decreto il Regio Liceo Ginnasiale Umberto I. Le sedi sono state due: quella di origine, il Convento di Sant’Anna, che oggi ospita in modo suggestivo il Museo d’Arte Moderna e l’attuale edificio del 1953, razionale e molto funzionale, sito in Via Parlatore, non lontano dal cuore della città attorno a Piazza Politeama.
 
Il Liceo ha vissuto attivamente tutti i passaggi della storia del Paese e della nostra Città, ricoprendo un ruolo determinante nella formazione di tantissimi giovani palermitani e
non solo, formazione caratterizzata da una forte identità e sentimento di appartenenza.
Emerge nel corso della sua lunga storia la volontà del Liceo Umberto I di Palermo di partecipare in modo attivo e consapevole alle trasformazioni culturali e sociali in atto
nell’epoca dell’inarrestabile globalizzazione e di rendere esplicita una proposta formativa in grado di rispondere con attualità e capacità previsionale alle esigenze dell’utenza
scolastica.
 
Abbiamo individuato alcune direttrici formative che per realizzarsi hanno bisogno di innestarsi profondamente nella tradizione dell’ Umberto I, nei più remoti studi umanistici
dei tempi della Scuola Normale di Sant’Anna e nella storia ed evoluzione del Liceo Classico come tipologia scolastica. Vogliamo guardare al futuro decisamente, ma con i piedi ben piantati nella tradizione. Gli elementi che abbiamo deciso di privilegiare in una visione strategica sono:
  • puntuale adozione di processi di dematerializzazione sia didattica sia amministrativa;
  • acquisizione di dotazione tecnico-didattica avanzata, con un deciso svecchiamento della strumentazione informatica e laboratoriale;
  • acquisizione con tutte le risorse disponibili di Lavagne Interattive Multimediali (LIM) e processo di formazione-aggiornamento dei docenti e dei tecnici di laboratorio per un ampliamento del loro uso nella didattica quotidiana;
  • consistente apporto di temi e argomenti matematico-scientifico-tecnologici nella programmazione e realizzazione dell’Ampliamento dell’Offerta Formativa (i cosiddetti progetti pomeridiani), sia con finanziamenti europei sia nazionali;
  • sviluppo del settore Orientamento nella direzione dell’approdo agli studi universitari e verso le professioni;
  • raccordo con altre Istituzioni Scolastiche e territoriali per la creazione di una Cultura del Lavoro capace di realizzare una prospettiva occupazionale nel Territorio per gli allievi nella nostra Regione;
  • attualizzazione e fruizione diffusa di contenuti della cultura classica attraverso la creazione di una compagnia di Drammaturgia Antica. Il gruppo nel corso degli anni si è esibito per gli allievi di un liceo di Parigi e nel teatro greco di Palazzolo Acreide all'interno dei programmi dell'Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa;
  • sviluppo di conoscenze e competenze della tradizione musicale coreutica attraverso la creazione di un coro polifonico partecipato da allievi, ex allievi e famiglie;
  • mantenimento e intensificazione delle modalità di comunicazione della scuola con le famiglie.

Le crescenti esigenze educative dei nostri tempi possono essere affrontate con efficacia solamente attraverso un'azione coordinata e concordata tra gli educatori scolastici e le famiglie. Pensiamo che sia di vitale importanza formativa offrire agli allievi, ai giovani in generale, un mondo degli adulti capace di esprimere valori condivisi e strategie educative unitarie. Il realizzarsi dell'ipotesi contraria non potrebbe che agire come elemento di destabilizzazione degli equilibri talvolta fragili di esseri in formazione, quali sono gli adolescenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Da questa pagina è possibile scaricare il POF aggiornato.

 

 
Allegati:
Scarica questo file (POF 2014-15 definitivo.pdf)POF 2014-15 definitivo.pdf[ ]1801 kB

Organi Collegiali

Accesso Utenti

ANNALI DEL LICEO UMBERTO

Statistiche

Visite agli articoli
280907
Vai all'inizio della pagina